Movies

The Toxic Avenger: Arnold Schwarzenegger vuole essere nel remake, ma mop

Print E-mail
Entertainment - Movies
Tuesday, 14 May 2013 19:38

Con il Festival di Cannes per cominciare, era chiaro che la Croisette stava per essere un terreno fertile per ogni genere voci e pettegolezzi su nuove produzioni. Uno che ha attirato più attenzione, entrambi sembrano non essere un film che cerca di intrufolarsi in successive edizioni del festival, per il carattere del suo precedente delinquente, è il remake di The Toxic Avenger, che ha da tempo programmato per dirigere Steve Rosa , che riunisce il team che ha reso possibile Hot Tub Time Machine .

Arnold Schwarzenegger? Remake di The Toxic Avenger?

Che nella vostra giornata un film di culto, adatto solo per i predatori visivi e ratti negozio di video, ora in programma di presentarla come una parrucca di avventure d'azione volte a un pubblico mainstream. Qualcosa che avrebbe ottenuto se la trattativa per includere Arnold Schwarzenegger nel progetto finisce per essere positivo. Michael Herz e Lloyd Kaufman sono stati i registi originali di questo accattivante produzione Troma Entertainment in cui Marvin Ferd III, un bidello pelle e ossa di una palestra in un pittoresco New Jersey, ha subito una straordinaria mutazione dopo essere caduto in un secchio di liquido radioattivo. La metamorfosi di lui un essere di nessun aspetto meno mostruoso di quanto aveva già fa, ma la cui scopa in mano, al momento della lavorazione, lo rende un vero e proprio eroe pronto a "ripulire" il mondo di tutti i mali. eroe non convenzionale, che cammina in tutu e ha una fidanzata cieca, letteralmente e figuradadmente.

Schwarzenegger immaginare inseguendo i cattivi con la sua scopa Tromaville? Sicuramente ci deve essere diffusa tra molti panico, ma si può respirare facile: Arny non è destinato a prendere la scopa nemmeno giocare il personaggio principale. Il tuo obiettivo non è la pulizia del assistente palestra, ma un altro personaggio. Ciò che continua a preoccupare, perché non credo che ora è disposto a cedere i riflettori per gli altri a ritirarsi in un secondo discreta con un bel carattere cast. In ogni caso, non mi importa di distruggere e di distorcere la storia, perché possiamo sempre sempre usare sempre il film originale, che tendono direttamente a causare tutti questi remake e recensioni di film mitico come affettuoso, ricordandoci delle ragioni per cui abbiamo come quei film che sono state fatte prima.

L'ingresso The Toxic Avenger: Arnold Schwarzenegger vuole essere nel remake, ma mop appare per la prima in Extracine .




Font
 

Mondiale War Z: adrenalina in 15 minuti che la Paramount ci ha dato vedere

Print E-mail
Entertainment - Movies
Tuesday, 14 May 2013 17:38

Paramount Pictures ci ha invitato a una proiezione speciale di World War Z, l'adattamento del romanzo di Max Brooks diretto da Marc Forster e produce e stelle Brad Pitt. Il regista è stato che ci ha avvertito che quello che abbiamo visto non erano esattamente i primi 15 minuti del film, ma alcuni frammenti il ​​cui montaggio non era definitivo, né gli effetti sonori e la colonna sonora. E meno male, perché se si è davvero in grado di mantenere l'intensità di queste tre sequenze per tutto il film, vi posso assicurare che questo è uno dei film più scioccanti di questa estate (in inverno per coloro che vivono nel sud del mondo mondo). Alcune delle sequenze e avevano visto, almeno in parte, nella roulotte , ma testimoniare che sul grande schermo in tutta la sua grandezza e splendore, data la notevole scarica di adrenalina che sarà esposto a tutti coloro che stanno pensando di vedere World War Z .

Bard Pitt e Mireille Enos in anticipo di World War Z

Migliore di tutti è che, come ci ha superato in uno dei video promozionali , questa visione del virus non è limitato a fare un nuovo film di zombie, ma come molti altri autori prima, è un film metaforico che sembrano non solo a parlare di crisi economica, che si diffuse da un paese all'altro come se si trattasse di un virus vero e proprio, ma non riescono a criticare e azioni di domanda e gli atteggiamenti di certi gruppi. Non ho intenzione di cadere nello spoiler, ma una delle sequenze, il che accade in Israele, ha alcune interpretazioni interessanti con quelle mura che salivano inizialmente per controllare l'ingresso di terroristi e di impedire loro di insinuarsi ovunque, ora serve molto opportunamente per contenere gli zombie ... Se davvero ha avuto il suo primo scopo, non c'è bisogno di spiegare se ci guadagneranno secondo.

Avanzamento di World War Z

In ogni caso, può essere presto per attesa, grande sarebbe il nostro disappunto (almeno la mia), se queste tre sequenze sono stati i migliori che Marc Forster e la sua squadra lo può dare, ma speriamo che sia solo un piccolo esempio. Dovrebbe anche essere attenti che è un po 'forzata la capacità del personaggio interpretato da Brad Pitt per raggiungere una conclusione (come sembra che lo fa) in una delle sequenze, mentre la sua famiglia fugge terrorizzato di zombie ti dà il tempo di controllare il ci vuole una persona di avere infettato. Troppo intelligente, esperto di questo ragazzo. In ogni caso, ho intenzione di non saltare alle conclusioni e molto incoraggiati da questi sviluppi che la Paramount ci ha dato, io sarò pronto per tutto ciò che potrebbe trovarsi avanti con Z. guerra mondiale

Brad Pitt sul progresso di World War Z

L'ingresso Mondiale War Z: scarica di adrenalina in 15 minuti che la Paramount ci ha dato vedere prima appare in Extracine .




Font
 

I film più controversi presentati in occasione del Festival di Cannes

Print E-mail
Entertainment - Movies
Tuesday, 14 May 2013 15:25

Il festival di Cannes di solito definisce derive del cinema contemporaneo, premiando con le sue opere a nastro che vengono rilasciati per aprire nuovi canali di narrativa. Ma, come al solito, il regista è sempre avanti rispetto alla critica, perché, come dice Maria Zambrano, quando un pensatore è l'artista e sta tornando. Così, nel corso della storia del Festival di Cannes, il regista è stato talvolta messo in prima linea, oltre lo schermo che imposta la giuria, e di conseguenza, le loro proposte di rischioso o sperimentali, hanno provocato polemiche in proiezione o nei giorni seguenti. O, forse, è il regista che guida con le sue dichiarazioni sulla stampa, e con questo non punto a "no". Per celebrare l'inizio della 66a edizione del festival , ho voluto fare una revisione dei film controversi a Cannes che hanno punteggiato il tappeto rosso e schermi in tutta la sua storia; controversa conferma che il film continua a causare effetti società:

Festival di Cannes

L'avventura (L'avventura, 1960) di Michelangelo Antonioni

Michelangelo Antonioni presentato al Festival di Cannes 1960 L'Avventura (L'Avventura), la prima parte della sua tetralogia di isolamento. E questo implica, a sua volta, presentare un nuovo modo di intendere la narrazione, si avvicina costantemente alla sperimentazione. Perché L'avventura integrato molte delle idee sulla sua concezione del cinema: si tratta di un film basato sul conflitto di opinioni in cui ogni aereo appartiene a una visione sia del direttore o dei caratteri alla volta , è un film su l'aspetto, in cui l'immagine ha lo scopo di farci partecipi delle prime impressioni che il mondo provoca nei loro personaggi, anche un film su una ricerca che non riesce a dare i suoi frutti e nascosta da pieghe della celluloide che, proprio come che la realtà è mimetizzato a guardare, per cui la trama stessa affondando nel loro sviluppo per diventare qualcosa d'altro, e si basa anche sul prolungamento del tempo narrativo per approssimare un tempo reale, con un impoverimento di eventi significativi o piuttosto, facendo più insignificante significativo.

L'avventura. Film controversi a Cannes

Questo è solo un breve riassunto di alcune delle sue proposte, e, naturalmente, la sala esplose in fischi mentre guardavano il film, e molti gettò risate nei momenti più drammatici della realtà, Michelangelo Antonioni stesso, presente in sala, ha deciso di lasciare disperato di proiezione, e Monica Vitti finito piangere per la frustrazione prima che il duro lavoro. Tuttavia, alcuni hanno applaudito dopo la proiezione, e il giorno dopo, 37 intellettuali, con personaggi come il regista Roberto Rossellini e critico André Bazin, ha inviato una lettera dichiarando ammirazione per l'estetica di questo film. E, a verbale, L'avventura alla fine ha vinto il Premio della Giuria, 50 anni dopo, nell'edizione 2009, il manifesto del festival è stato ispirato da un film telaio. Vi lascio con una lettera di sostegno per il regista e un'intervista con Monica Vitti commentando la ricezione del film a Cannes:

Consapevole della importanza eccezionale del film di Michelangelo Antonioni, L'Avventura, e stupiti dallo spettacolo di ostilità che ha causato i critici ei membri della giuria che si iscrivono sono desiderosi di esprimere la loro ammirazione per il regista di questo film.

Viridiana (1961), Luis Buñuel

Viridiana è l'unica palma d'oro ottenuto con un film spagnolo. Naturalmente, solo la metà spagnolo: Luis Buñuel, il regista, aveva trascorso anni in esilio in Messico ed era stato permesso di fare questo film in terra spagnola, dopo il successo internazionale del suo film, ed è la protagonista Silvia Pinal, star del cinema messicano . Ma, consapevole che la sua storia non sarebbe passata la censura, ha preso i negativi a Parigi in segreto per il suono post-produzione, sostenendo che ci doveva migliori studi di registrazione, in modo che la censura di Franco appena okayed lo script, ma non il risultato finale. A Parigi, il negativo viaggiato la notte prima proiezione al festival, e Luis Buñuel anche viaggiato per il Riviera perché era malato a Parigi. È stato proiettato il penultimo giorno della manifestazione, quando era palmares quasi chiusi, ma ha causato un tale scalpore la visualizzazione che la giuria ha deciso di concedere la Palma d'oro, rispetto a Viridiana, gli altri film sono stati ulteriormente oblio.

Viridiana. Film controversi a Cannes

Qui, la polemica non nasce all'interno del festival, per qui è quello di chiarire la capacità della giuria per essere in prima linea e sostenere i più audaci. Ma, a proposito dello scandalo scoppiò presto: Juan Antonio Bardem e Domenica Dominguín, entrambi membri della società di produzione che ha finanziato il film Uninci, offerto l'allora direttore, Munoz Fontan, a venire sul palco per raccogliere il palmo, dopo il suo ritorno in Spagna , è stato rimosso dal suo incarico dal ministro dell'Informazione e del Turismo, per lasciare che un film del genere avrebbe attraversato i confini di ferrovie censura. E 'inoltre proibito Uninci continuità delle sue attività, e doveva chiudere il suo ruolo nella produzione cinematografica, e ha impedito Pere Portabella, produttore di Viridiana, il cinema. Inoltre, il quotidiano vaticano L'Osservatore Romano ha definito blasfemo, scomunicò la squadra e ha osservato che anche la musica di Handel e Mozart divenne perverso che appaiono all'interno del filmato. A seguito di questa notizia, Gabriel Arias Salgado ha vietato la proiezione del film, e ha ordinato la distruzione di tutte le copie, ma è stato salvato una copia che era a Parigi. Ma la Spagna e non arrivano ai teatri fino al 1977.

Maggio 68

Nel 1968 ci sono stati Palma d'Oro e, a causa delle rivolte studentesche del maggio '68 che è accaduto in Francia, in parallelo, il festival è stato annullato, principalmente a causa della pressione da un numero di amministratori del nouvelle vague, soprattutto Claude Lelouch, Jean-Luc Godard e François Truffaut, che voleva fermare le proiezioni. Infatti, ricorse a camuffare il grande schermo con la tenda per impedire la visibilità dei film e la sua proiezione, e Carlos Saura stesso innescato la fine del festival, negando la proiezione del suo film Peppermint Frappé appeso il sipario sullo schermo. Questa reazione a catena è stato, e tre membri della giuria aderito alla ribellione: Roman Polanski, Louis Malle e Monica Vitti ha deciso di rassegnare le dimissioni da membri della giuria in solidarietà con gli studenti e gli operai arrestati a Parigi e nel resto della Francia. Così, ecco la polemica non derivava da qualsiasi film, ma registi che sono riusciti a trasformare il Festival di Cannes, in uno spazio di rivendicare.

Louis Malle, Monica Vitti e Roman Polanski. Film controversi a Cannes

Taxi Driver (1976)

Con questo lavoro di Scorsese, la polemica si contraddice: la voce critica nata di Presidente della Giuria, il grande drammaturgo Tennessee Williams, che ha detto che il film è stato un ritratto esagerato e sproporzionato per le strade di New York. Tuttavia, Williams si è stato colui che ha dato la Palma d'oro di quell'edizione al Taxi Driver, quindi a Cannes, a volte la polemica serve come un indicatore del potenziale di un lavoro che deve essere ricompensato.

Taxi driver

Idioterne (Idioti, 1998)

Il secondo film di Lars von Trier che ha filmato dopo aver scritto il manifesto Dogma 95 è stato un vero e proprio cocktail di Molotov a Cannes: il numero di giovani idioti in posa come ritratto, insieme con la crudezza della sua estetica e il sesso esplicito, causato polemiche tra coloro che frequentano la proiezione, e critico britannico Mark Kermode chiama "Il est merde! Il est merde" (Fa schifo), che ha portato alla camera vi expulsasen. Ma Lars, per osservare questa reazione può essere un piacere.

Idioterne. Film controversi a Cannes

Armaggedon (1998)

Il mitico film sulla distruzione di un asteroide diretto da Michael Bay non ha causato polemiche per le sue immagini oscure, ma dalla mancanza di plausibilità delle situazioni e dei dialoghi: durante il climax del film, quando Bruce Willis ha rischiato la vita per sostituire Ben Affleck in una missione per salvare il mondo, i critici sghignazzò in quanto non erano in grado di credere allo script. Un Bruce Willis non tale ricezione sentiva bene, così in conferenza stampa ha detto che il film non era ancora finito, ma è sembrato più un tentativo di sviare le critiche piuttosto che affrontarli.

Trouble Every Day (2001) di Claire Denis

Regista Claire Denis regista francese ha presentato una proposta bizzarra, nel 2001, Trouble Every Day, fondendo l'erotismo e il terrore e in cui il protagonista, interpretata da Béatrice Dalle, praticava il cannibalismo con gli uomini che ha avuto rapporti sessuali. Numerosi critici hanno camminato fuori e fischiato il film, ed erano le critiche devastanti contro il film.

Irreversible (2002) Gaspar Noé

Irreversibile, uno dei film più audaci di Gaspar Noé è stato presentato al Festival di Cannes nella sessione di mezzanotte, un fatto che è stato fino ad allora senza precedenti, come tutti i film ufficiali hanno il loro passaggio per il giorno, e solo alcuni fuori premiere concorrenza nella notte. La stanza è stata lasciata per più di 250 persone, e un aiuto medico necessario, e quelli che sono rimasti per tutta la proiezione, fischiato dopo i crediti. E la prima mezz'ora contiene un suono subliminale che può causare nausea, capogiri e vertigini, e c'è una scena di stupro più di 9 minuti critiche dispiaciuto, che ha portato il critico David Anson per dire che sarebbe "il più odiato pellicola del 2002 ".

The Brown Bunny (2003)

il coniglio marrone. Film controversi a Cannes Il regista e attore Vincent Gallo nell'edizione 2003 di The Brown Bunny, un road movie di argomento minimo, che ha provocato polemiche soprattutto fellatio sequenza tra lui e l'attrice Chloe Gallo Chevigny, allora il vostro partner. E tutta la campagna pubblicitaria è stata sviluppata in uno scambio di parole tra il regista e il critico prestigioso Rogert Ebert. Egli ha sostenuto nella sua critica che il Brunny Brown è stato "il peggior film mai proiettato al festival", e Gallo lo ha chiamato "maiale grasso con il fisico di un mercante di schiavi". Ebert parafrasato una celebre citazione di Winston Churchill: "Potrei alcuni assottiglia giorno, ma Vincent Gallo sarà sempre il regista di The Brown Bunny" e Gallo ha risposto dicendo che aveva lanciato una maledizione critico per sviluppare un cancro al colon. E, infine, Ebert risolto la questione, osservando che vede su uno schermo una colonscopia era molto più interessante di guardare i loro film. Dopo questa polemica, Gallo ha tagliato il filmato per il cinema, e Ebert ha dichiarato che nella nuova versione non era così deplorevole.

Maria Antonietta (Marie Antoinette, 2006), di Sofia Coppola

Il biopic di Maria Antonietta di Sofia Coppola che ha debuttato nel 2006, elogiando gli aspetti del tedio di lusso che affascineranno sia Coppola, ha causato una certa riluttanza tra i critici francesi, che hanno visto una delle icone della loro monarchia banalizzato nell'immagine pellicola, come sosteneva Agnes Poirier, il quotidiano Liberazione, livellato parole taglienti contro il film.:

La storia è in gran parte una decorazione e di Versailles, un albergo di lusso per il jet set del passato e del presente. E impariamo a conoscere il suo amore per Maria Antonieta Ladure amaretti e scarpe Manolo Blanhik.

Maria Antonietta. Film controversi a Cannes

Antichrist (2009), di Lars von Trier

Anticristo è uno dei film più difficili da individuare nei film di Lars von Trier, e le sue scene di mutilazione, sessualmente esplicito, la tortura e il sadismo provocato stupore tra il pubblico alla prima proiezione: perché nei titoli di coda La sala esplose in fischi e risate. Ma Lars von Trier si è affrettato a rispondere alle critiche della stampa, poi subito ha detto con una frase: "Io sono il miglior regista del mondo".

anticristo. Film controversi a Cannes

Esecuzione di P (2009)

Il film violento filippino Brillante Mendoza, con cui viaggiamo attraverso i sobborghi di Manila, accompagnati da un assassino ingaggiato venne ad essere descritto come il peggior film del festival dalla critica. Variety ha detto che era una frode, con violenza gratuita , The Hollywood Reporter ha detto che il voyeurismo forzata e la fotografia volutamente brutto. Internazionale di Screen chiamato un 0, e in totale, il film ha raggiunto 1,2 Mendoza nella stampa internazionale durante il festival. Tuttavia, con le voci critiche, i sostenitori nascono presto, e sono usciti dalla mano di creazione: Lars von Trier, che ha presentato al festival è anche controverso Antichrist, ha elogiato le sue immagini grafiche e controversi; Andrea Arnold ha detto che è eminentemente rispettabile , e Quentin Tarantino gli ha inviato una lettera di fan per l'editor. Infine, come spesso accade a Cannes, il film ha vinto il Premio Miglior Regista. Vi lascio con le parole di Tarantino:

Bravo per il vostro lavoro difficile e impegnativo. La vostra decisione di non drammatizzare l'omicidio, mai integrarsi nel film di suspense, era audace, e per me, il fatto che il film si distingue tra i migliori del festival. Mi sentivo completamente come testimone di un omicidio orribile. Pensavo che tutto quello che vedeva. La tua idea non era di drammatizzare, ma catturarlo.

Melancholia (2011)

E sì, il regista danese ripetuto tre volte in questa lista, perché è sicuramente il regista più provocatoria che presentano i loro film sulla Croisette. Ma nel presentare Melancholia ha raggiunto la vetta della controversia, per le sue osservazioni discutibili circa il nazismo ha portato alla organizzazione di dichiarare persona non grata. Ma sì, un solo anno , come il festival non può permettersi di perdere la sua sezione ufficiale di uno dei registi fondamentali del cinema europeo contemporaneo. Nella conferenza stampa si rivolse a causare umore somma del capitale, e il sensazionalismo della stampa, una dichiarazione fuori contesto, a mio parere, è venuto è venuto a sottolineare che tutto il male viene da l'umano, e quindi , l'essere umano può diventare un mostro, e così è stato espulso dal festival:

Che cosa posso dire? Capisco Hitler. Penso che abbia fatto alcune cose sbagliate, assolutamente sì, ma posso vederlo seduto nel suo bunker alla fine. Credo di capire l'uomo. Non è quello che si potrebbe definire un bravo ragazzo, ma ho capito molto di lui e mi simpatizzare con lui un po '. Io non sono per la seconda guerra mondiale e non sono contro gli ebrei.

Post Tenebras Lux (2012), di Carlos Reygadas

E l'ultima polemica è stata schizzata Cannes l'anno scorso, quando Carlos Reygadas lanciato la sua audace e surreale proposta Post Tenebras Lux, critica nella sessione del mattino. Dopo aver completato il film, i critici hanno fischiato la proposta riuniti lì, e un anonimo gridato "Viva Bunuel!" Riferendosi quintessenza regista surrealista e segnalare l'surrealismo ovviamente vero, quello d'Aragona, l'incomprensione di Reygadas. Più tardi nel corso della conferenza stampa, il regista è stato chiesto circa la sensazione che aveva provocato i fischi, e Reygadas detto che era stato lusingato, perché ciò significava che essa aveva presentato un film a tutti compiacenti. E, come in altre occasioni al festival, viene finalmente premiata sbraitava: Post Tenebras Lux ha vinto il premio per la miglior regia.

L'ingresso I film più controversi presentati al Festival di Cannes appare per la prima in Extracine .




Font
 

Il grande Gatsby (1974): Dove sono adesso?

Print E-mail
Entertainment - Movies
Monday, 13 May 2013 20:51

Venerdì scorso è stato premiato negli Stati Uniti The Great Gatsby, che sta emergendo come un adattamento postmoderno di Baz Luhrmann del romanzo di F. Scott Fitzgerald. Riflesso perfetto della età del jazz nei ruggenti anni Venti, se il romanzo non sarebbe godere di ben accolto quando fu pubblicato, nel 1925, né le diverse versioni del film è stato oggetto hanno tutti soddisfatti. La popolarità del romanzo acquisito sulla cinquantina ristampa elevarlo finì come uno dei capolavori della letteratura americana del ventesimo secolo. E se solo poche sequenze sono venuti dalla versione muta 1926 diretto da Herbert Brenon, che deve aver colpito recentemente recitato Alan Ladd, come Elliott Nugent indirizzo nel 1949, è forse il più popolare dei quali è stato rilasciato nel 1974, con Robert Evans come produttore, Francis Ford Coppola e sceneggiatore Jack Calyton in direzione. Tre pesi massimi reali.

Poster adattamento di The Great Gatsby, 1974

Essere più o meno appropriato in questi tempi di crisi economica, un film che offre uno spendaccione, un fattore da prendere in considerazione per la crisi che vivrebbe in seguito negli anni trenta, mi chiedo se Luhrmann leva per fare qualsiasi riferimento critico e politica per l'attuale crisi economica, o rimanere sulla superficie dei personaggi che preferiscono divertirsi finché possono, lamentandosi dopo (io non lo faccio, vi perdete l'occasione di fare sul serio per lo spettacolo). In ogni caso, ci offre l'opportunità di guardare indietro e chiedere che cosa è stata la squadra che ha fatto The Great Gatsby e le ragioni che hanno influenzato il loro successo o fallimento.

Un regista non appropriati

Anche se il film avrebbe ottenuto due Oscar per il suo costume e la migliore colonna sonora, anche ricevendo tre premi BAFTA, sempre per i costumi, scenografia e fotografia, non può aver passato alla storia del cinema stessa altezza del romanzo. Ma forse il passare del tempo si è seduto molto meglio di alcuni prevista al momento oggi perchè, visto, e sembra contaminata dal momento in cui viene sparato, voglio dire che potrebbe eseguire in qualsiasi momento, non necessariamente negli anni settanta, che mostra in modo molto specifico e preciso di quanto lo fossero 20 anni negli Stati Uniti-o mi sembra di essere così sfortunato come al momento sembrano essere stati considerati.

Il "cattivo" Il grande Gatsby fama può trascinare, sospetto sia dovuto più alle aspettative create nel tempo prima che il film, che non può essere compensato da pubblico e critica. Jack Clayton non può essere il regista giusto per un progetto guidato da un produttore come Robert Evans, al culmine della sua carriera dopo Il Padrino, che ha debuttato nello stesso anno anche Chinatown e Il Padrino parte II. I titoli che non hanno troppo da fare con i film di culto che avevano costruito una reputazione di regista inglese fino ad oggi, compresi quelli che si trovano Room at the Top, Gli innocenti e la casa di nostra madre, tutti gli adattamenti di romanzi di prestigio, tutti i film straordinari, alcuni di culto.

Jack Calyton diretto l'adattamento di The Great Gatsby, 1974

Se la sua carriera non era stato troppo prolifico prima di The Great Gatsby, sei anni erano passati da quando il suo film precedente, quasi un decennio sarebbe passare fino a farsi coinvolgere in un altro progetto di film come Qualcosa di sinistro sta per accadere, secondo copione da Ray Bradbury uno dei suoi romanzi, che sarebbe diventato un altro film di culto. Purtroppo per molti dei suoi seguaci, avrebbe rotolare solo un altro film, La segreta passione di Judith Hearne, a stella Maggie Smith, Wendy Hiller e Bob Hoskins. Peccato che è stato relativamente tra quel gruppo di cineasti dimenticati dal pubblico, forse messo in ombra da un progetto ambizioso come The Great Gatsby, che trovo molto più di un megalomane come Bazz Luhrmann.

Un produttore disincantato

E 'possibile che un produttore come il defunto Robert Evans che non è caduto nel dimenticatoio, che era alla base del progetto dal 1971, è stato realizzato con i diritti del romanzo per servire come veicolo di sua moglie Ali McGraw. Se Jack Nicholson rifiutato il ruolo di Gatsby McGraw considerando che le dimensioni non vorrebbe Daisy, Warren Beatty preferiva dirigere il film suggerisce che il produttore che interpretano Gatsby se stesso. Possibilità che sarebbero svaniti con un altro candidato, Steve McQueen, che abbinato MacGraw in ripresa La fuga, lasciando il produttore fatta senza fidanzata. Se non pensate male anche perché dopo Marca Il padrino, era al culmine della sua carriera, la verità è che forse il crollo emotivo causato la sua partenza dal progetto, che sarebbe caduto in pieno in David Merrick, più abituati a adattamenti musical interpretato da Barbra Streisand, che tale tragico drammi romantici.

Robert Evans ha prodotto il adpaptación di The Great Gatsby, 1974

Chi non vorrebbe Warren Beatty nulla è stato tratto in inganno quando il produttore ha suggerito che prestano a stella in quanto, anche se vivere il suo grande momento di splendore durante gli anni Settanta avrebbe a che fare con tutti i tipi di scandali lui relacionarían con il traffico di droga, omicidio indagato, perdere tutte le loro pensioni e venire a entrare in un istituto di igiene mentale. Oltre a servire come ispirazione per il personaggio di Richard Gere in The Cotton Club, la sua memoria è stato rianimato con la pubblicazione della sua biografia, Il ragazzo rimane nella foto, poi diventato un documentario dal titolo favoloso, con il titolo spagnolo di The Kid Soggiorni.

Uno scrittore di fretta??

Francis Ford Coppola ha scritto l'adattamento di The Great Gatsby, 1974

Prima di Francis Ford Coppola è andato nel progetto, il romanziere Truman Capote, che aveva concordato con Jack Clayton in The Innocents, aveva sviluppato un progetto per la sceneggiatura di The Great Gatsby, in cui Nick Jordan Baker era gay e una lesbica vendicativo (molto più interessante e appropriato al tempo, davvero). Ciò indica che probabilmente non sarebbero divergenze economiche che hanno portato al licenziamento di chi scrive, ma disaccordi artistici. Ciò è confermato dal fatto che Robert Towne rifiutano la quantità non trascurabile di 175 mila dollari, al momento di continuare la sceneggiatura, ma avrebbe rifiutato la possibilità di essere ricordato come "Hollywood sceneggiatore che ha distrutto un classico della letteratura." Mentre era impegnato in un altro progetto di Robert Evans, Chinatown, che alla fine riferire a lui un Oscar per la miglior sceneggiatura, Coppola, essere ventilata la sceneggiatura in tre settimane. Ho letto il romanzo molti anni fa e non ho filmato davvero cool, ma giuro non ho fatto trascrivere copione letterario un romanzo che già era molto cinematografica. Forse era invaso dallo spirito del romanziere poiché a quel tempo viveva in una casa conosciuta come West Egg, che era stata la casa di F. Scott Fitzgerald, dove scrisse il suo romanzo.

Jay Gatsby

Non vi è dubbio che l'immagine Robert Redford proiettata al pubblico, dopo aver partecipato a titoli come The Chase, piedi nudi nel parco, Butch Cassidy e Kid Sudance, Il candidato, Jeremiah Johnson o Come eravamo, siamo venuti suonare ai capelli come un personaggio come Jay Gatsby. Potrebbe non essere questo il suo più memorabile, forse meno impegnato politicamente di quanto avrebbe voluto, così come i suoi altri personaggi poi come giornalista Bob Howrad di Tutti gli uomini del presidente.

Robert Redford è Jay Gatsby nell'adattamento di The Great Gatsby, 1974

In difesa di una certa mancanza di chimica che ha criticato i due personaggi principali, Mia Farrow, sostenendo che l'attore era sul set molto più preoccupato per lo scandalo Watergate, scoppiato in quel momento a Washington DC, che creano un empatia con lei. Il tempo ha dimostrato che pochi sono stati in grado di tollerare l'intensità della figlia di Maureen O'Sullivan (Jane in Tarzan), in modo che mi dà l'impressione che solo stava giustificando se stessa. Scuse, perché penso che la distanza da Redford stava andando come un guanto il carattere inaccessibile di Gatsby.

In questa nuova versione, anche la popolarità di Leonardo DiCaprio gioca a tuo favore per giocare Jay. Speriamo che non cada nel compiacimento perché la verità è che, almeno su un server, è molto più convincente in caratteri senza pretese, come ha fatto in The Departed, che quando si scatena l'eccentricità di personaggi come Howard Hughes in The Aviator, non riuscivo a stare in piedi.

Daisy Buchanan

Appena era stato un'altra produzione di Robert Evans, ROSEMARY'S BABY, il film è uscito a Mia Farrow al pubblico, anche se era stata la scelta successiva, dopo l'abbandono di Ali MacGraw. Attrici come Natalie Wood, Faye Dunaway, Candice Bergen, Katherine Ross e Lois Chiles erano stati candidati a giocare Daisy Buchanan, che sarebbe diventato uno dei più rappresentativi della sua carriera, insieme con la madre del figlio di Satana nel film Roman Polanski, a parte la sua lunga collaborazione con Woody Allen, che avrebbe portato un altro personaggio memorabile come Cecilia in La rosa purpurea del Cairo.

Di massa Farrow Daisy Buchanan nell'adattamento di The Great Gatsby, 1974

Aneddoticamente, dicendo che la giovane attrice che interpreta la figlia nel film non era altri che Patsy Kensit, poi leader della band Eight meraviglia e protagonista di film come i principianti assoluti, inoltre avrebbe giocato se stessa Mia Farrow in TV- Movie amore e tradimento: la Mia Farrow Story. Collegato con i film molto più indipendenti di grandi produzioni commerciali, Carey Mulligan prende il posto di Mia Farrow in versione di Baz Luhrmann. Mentre l'aspetto fragile dell'attrice californiana volete un guanto Daisy Buchanan, il fatto è che non ho alcun dubbio che gli inglesi ottenere ottenere molto di più fatto.

Tom Buchanan

Dopo una lunga carriera televisiva prolifica durante gli anni Sessanta, Bruce Dern abbastanza in forma nel cinema grazie a Sparano cavalli, non è vero?, Dopo aver partecipato a un titolo che sarebbe poi venuto per essere mitico come Silenzioso esecuzione. A metà strada tra il centinaio occidentale e indipendente, è riuscito con la sua interpretazione di Tom Buchanan sua prima nomination per un Golden Globe Award, diventando la seconda per il loro lavoro sulla Tornando a casa, entrambe le volte come attore non protagonista. Ma nonostante che lo sviluppo di un interessante carriera negli anni Settanta, partecipando l'ultimo film che è stato diretto da Alfred Hitchcock, Complotto di famiglia, e avrebbe vinto un Orso d'Argento a Berlino da quella stagione di campionato, non sarebbe arrivare a mantenere tutte le esperienza nella stessa posizione, che non ha smesso sporadicamente coinvolti in interessanti progetti di vario genere. Francis Ford Coppola si è di recente lui recuperato per Twixt e Quentin Tarantino, usato per salvare i profili in ombra, è riarsa per Django Unchained . Joel Edgerton prende il testimone dal suo personaggio nella nuova versione, che non ho alcun dubbio, essere felice di vivere all'altezza del suo predecessore.

Bruce Dern è Tom Buchanan nell'adattamento di The Great Gatsby, 1974

Myrtle Wilson

Dopo il debutto sul grande schermo Fancis mano Ford Coppola, in're un po boynow, Karen Black avrebbe forse imparato a fare di più con il suo carattere di Myrtle Wilson, ottenendo un Golden Globe per la migliore attrice non protagonista . Il secondo dopo Cinque pezzi facili, quindi ottenere una terza nomination, ma come protagonista per Il giorno della locusta. Attrice di film anche caratteristica degli anni settanta, coinciderebbe con Bruce Dern in tomba di famiglia, e, come lui, anche se lui avrebbe continuato a lavorare regolarmente nel cinema, guarda come negli anni ottanta significativamente minare la sua popolarità, nonostante la partecipazione titoli com Invaders o Homer and Eddie. Mi sembra che sia stato un esilio volontario a favore di un molto meno conosciuta carriera musicale. Alla fine degli anni novanta come scrittore per i titoli sorpreso insignificanti, ma di percepire che sempre seguito legato all'ambiente, così come rimanere coinvolti in progetti cinematografici. Sconosciuto a un server, Isla Fisher sarà Myrtle scarpe nel remake.

Karen Black è Myrtle Wilson nell'adattamento di The Great Gatsby, 1974

George Wilson

Forse uno dei volti meno popolari del cast di The Great Gatsby è quella di Scott Wilson, che era piuttosto certamente nota al momento aver recitato, tra gli altri, un film come A sangue freddo. Questo è uno di quei casi di professionista rispettato nel mezzo, che pur avendo ricevuto una nomination per il Golden Globe per la sua interpretazione in La nona configurazione, ancora non riconosciuto dal pubblico in generale. Che cosa non ha impedito di partecipare a progetti come la stoffa giusta, Pearl Harbour e il samurai. Tra le eccentricità della sua carriera in evidenza la loro partecipazione in un titolo di José Luis Borau, Downriver, con David Carradine e Victoria Abril, che coinciderebbe con Bruce Dern su Monster. Negli ultimi anni ha anche flirtato con la partecipazione a serie televisive come CSI: Scena del crimine e The Walking Dead. Conosciuto soprattutto per la sua parte a Zero Dark Thirty, Jason Clarke mette affrontare lo stesso carattere.

Scott Wilson è stato George Wilson nell'adattamento di The Great Gatsby, 1974

Jordan Baker

Le partite si è verificato anche nel caso di Lois Chiles, una sorta di Vera Miles negli anni settanta, che si potrebbe pensare che era destinato a diventare una star, ma rimase sulla strada. Prima che il gioco Jordan Baker in The Great Gatsby, avevano coinciso con Robert Redford in Come eravamo, quindi ripetendo con Mia Farrow in Assassinio sul Nilo. Come il caso di Karen Black, a me sembra che la loro scarsa presenza nel film è per scelta, dato che ogni volta che si vede è stato lasciato in caratteri piccoli, ma colorato. E 'stata Bond girl in Moonraker, presenza affascinante nella libertà e ambizioso notizie Broadcast Dolce, progetti tribunale incvolucrándose anche molto più indipendente come Bils ans Ende der Welt (Fino alla fine del mondo) *, Wim Wenders, arricciata o un regia di Reb Braddock eccentricità è stato sponsorizzato da Quentin Tarantino. Dopo essere stato artista in vetrina su CSI: Scena del crimine, il suo ultimo film discorso è stato prodotto nel 2006, nel film indipendente Kettle of Fish, diretto da Claudia Myers. Un quasi debuttante, Elizabeth Debicki, ora prende il suo personaggio.

Lois Chiles è Jordan Baker nell'adattamento di The Great Gatsby, 1974

Meyer Wolfsheim

Attraverso Howard Da Silva, siamo in grado di stabilire un collegamento tra la versione del 1949, che ha diretto Elliott Nugent, e Jack Calyton. L'attore che ha fatto George Wilson che, diventato Woalfsheim Meyer è che nella nuova versione acquisisce aspetto più insolito di Amitabh Bachchan. E 'il tipico attore caratterista che ha partecipato a titoli come Il sergente York, il fine settimana e la Dalia Blu, prima di partecipare alla versione 49 che partecipano a film come E' un mondo pazzo, pazzo, pazzo e L'indignazione, da un e un altro, la riproduzione se stesso dopo il Cecil B. DeMille nel Mammina cara. Un film di Sidney Lumet, parla Garbo, sarebbe stata la sua ultima apparizione cinematografica prima della sua morte a 76 anni.

Howard Da Silva è adpataci'n Meyer Wolfsheim in The Great Gatsby, 1974

Nick Carraway

Si potrebbe pensare che il film di Jack Clayton sta per impegnarsi obbligazioni servito che portano a ulteriori collaborazioni come Bruce Dern, Karen Black e Scott Wilson, mentre d'altra parte servirà come cava di alcuni attori ricorrenti Woody Allen, Mia Farrow, perché se divenne la sua musa, compagna e attrice ricorrente, Sam Waterston anche avrebbe costruito un rapporto proficuo con New York regista nei titoli diversi come Interiors, Hannah e le sue sorelle, settembre o crimini e misdeminors *, tutti loro anche tagliare bergmaniano. Mentre non è stato il suo primo progetto cinematografico, che sarebbe la prima a ottenere un ruolo, ottenendo una nomination ai Golden Globe come miglior esordiente per la sua interpretazione di Nick Carraway. Anche allora non sarebbe un attore troppo prolifico, scegliere i loro personaggi abbastanza bene, arrivando ad ottenere una nomination agli Oscar per i campi di sterminio. Negli ultimi anni, la televisione è stato anche un rifugio per attraverso serie come Law & Order e The redazione.

Sam Waterston è Nick Carraway nell'adattamento di The Great Gatsby, 1974

L'ingresso Il grande Gatsby (1974): Dove sono ora appare per la prima in Extracine .




Font
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 6 of 2558