Google, sotto inchiesta in Argentina per la presunta cessione di posizioni nei risultati

Print E-mail
Tecnologia - Software
Friday, 27 April 2012 13:25

logo-google

Si diceva pochi giorni, anche se non era fino a poche ore fa, quando Google ha confermato che è sotto inchiesta in Argentina per la ricerca, e più precisamente dai risultati di un motore di ricerca che essi accusano di favorire alcune società, che avrebbero pagato per essere tra i primi innings. I dati provengono da Bloomberg , e sembrano essere stati il risultato di un atto d'accusa principale agenzia antitrust del paese.

Si tratta di un processo preliminare nei servizi di ricerca di Google, così come quelle relative alla pubblicità nella ricerca, per discernere se vi è in realtà una sorta di trattamento preferenziale per le aziende che potrebbero essere a pagamento, o quello che è, sarebbe acquisto posizioni nei risultati. Google sembra stia facendo alcune cose bene, e voleva per affrontare con la stampa stessa il problema, assicurando cordialmente rispondere a tutte le domande che la commissione possa avere.

Anche se l'atto non è formalizzato fino ad ora, devo dire che la cronaca e segnalato i fatti alla fine dello scorso anno, ma senza citare alcuna fonte. Sembra, tuttavia, la prova che avrebbe fatto la Commissione nazionale sulla concorrenza per decidere di aprire un'inchiesta.

D'altra parte, gli uffici di Google a Seoul, Corea del Sud, anche subito un intervento per ragioni analoghe. In questo paese sono stati ingiustamente accusati di ostacolare i concorrenti per aggiudicarsi il mercato della telefonia mobile ricerca.




Font